Vibratori
Vibratori

Perché usare un vibratore?

In Italia solo il 10% delle donne utilizza un vibratore, al contrario in Nord Europa e negli Stati Uniti questo sex toy è utilizzato da una donna su due. Alcuni studi scientifici portati avanti dalla Dott.ssa Debra Herbenick, direttore associato del Centro per la promozione della salute sessuale dell’Indiana University...

Perché usare un vibratore?

In Italia solo il 10% delle donne utilizza un vibratore, al contrario in Nord Europa e negli Stati Uniti questo sex toy è utilizzato da una donna su due. Alcuni studi scientifici portati avanti dalla Dott.ssa Debra Herbenick, direttore associato del Centro per la promozione della salute sessuale dell’Indiana University, hanno accertato che la pratica dell'autoerotismo e l'utilizzo di vibratori può portare innumerevoli benefici al corpo e alla mente dei soggetti femminili. E' stato visto infatti come la masturbazione può alleviare i dolori pelvici e quindi essere uno strumento efficace contro il trattamento del dolore vulvare. Se avete difficoltà a raggiungere l’orgasmo o avete uno scarso desiderio sessuale, un utilizzo costante nel tempo di un vibratore può migliorare il rapporto con la nostra femminilità, riduce lo stress e ci farà sentire più a nostro agio con il nostro corpo e sarà più facile raggiungere l'orgasmo. Sempre secondo questo studio, su 3000 soggetti (uomini e donne) più del 90% condivide giudizi positivi sull'utilizzo di vibratori, il 70% degli uomini affermano di non esserne intimoriti e il 45% di loro ammettono di averne fatto uso; tra l'altro le evidenze dimostrano come questa pratica contribuisca alla prevenzione del cancro alla prostata! Detto questo non sentitevi in obbligo ad utilizzare un vibratore, se la situazione vi crea solo disagio soprassedete, ma ricordate che la masturbazione è una pratica comune in tantissime culture in tutto il mondo e non avete nulla di cui vergognarvi, e se poi ne possiamo trarre benefici fisici e mentali...perchè no?

Come scegliere un vibratore?

Vibratori Classici, Musicali, Rabbit, Wireless, Clitoridei o Mini Vibratori... la scelta è molto ampia e spesso non si sa quale sia il vibratore ideale per noi. Spesso la scelta risulta molto difficile specialmente per quelle di noi che sono alle prese con la scelta del loro primo vibratore. Il nostro catalogo propone numerosi modelli, giusto per darvi un'idea :), che differiscono per lunghezza e diametro, alcuni possono sembrare troppo piccoli, altri decisamente grandi, alcuni hanno fino ad otto modalità di vibrazione! Tuttavia è bene ricordare che c'è un vibratore per ogni esigenza ed ogni età. Per prima cosa il nostro consiglio è l'acquisto di un vibratore in silicone, è il materiale più igienico di tutti, oltre che ipoallergenico e delicato. La velocità di vibrazione è direttamente proporzionale all'età; meglio se impermeabile (quale momento intimo migliore se non sotto la doccia o durante un bel bagno rilassante?) e ricaricabile. Se siete insicure potete provare a cominciare a sperimentare con un Dildo e poi passare al livello successivo acquistando un vibratore. Se poi siete preoccupate che qualcuno possa trovare un vibratore in casa vostra ci sono i vibratori a forma di rossetto Lelo, piccoli e indiscreti, ma efficaci! Potete andare per gradi o avventuravi subito in terreni insidiosi: la scelta è personale, pensate a ciò che vi eccita di più! 

Come è nato il vibratore?

Molti di voi avranno visto il film del 2011 diretto da Tanya Wexler "Hysteria". Questa pellicola tratta di come nel 1880 il Dott. Joseph Mortimer Granville perfeziona l'invenzione del vibratore elettrico e poi a batteria, tuttavia l'invenzione del primo oggetto per la stimolazione sessuale femminile è stato attribuito ad un inventore francese che nel 1734 cercava una soluzione per curare l'isteria, allora ritenuta una malattia dell'utero. Oggi sappiamo che questa malattia non esiste tuttavia è accertato che un sano autoerotismo possa influenzare diversi aspetti della sfera fisica (e psicologica) femminile. Tra gli anni '20 e gli anni '30 i vibratori hanno assunto una connotazione negativa per via del loro intenso utilizzo nell'industria pornografica, ma sono tornati alla ribalta negli anni '60 come emblema dell'emancipazione sessuale femminile. Attualmente risulta essere il Sex Toy più venduto in Italia e nel mondo.

Più
Prodotti
Visualizzato 1 - 24 di 793 articoli

Perché usare un vibratore?

In Italia solo il 10% delle donne utilizza un vibratore, al contrario in Nord Europa e negli Stati Uniti questo sex toy è utilizzato da una donna su due. Alcuni studi scientifici portati avanti dalla Dott.ssa Debra Herbenick, direttore associato del Centro per la promozione della salute sessuale dell’Indiana University, hanno accertato che la pratica dell'autoerotismo e l'utilizzo di vibratori può portare innumerevoli benefici al corpo e alla mente dei soggetti femminili. E' stato visto infatti come la masturbazione può alleviare i dolori pelvici e quindi essere uno strumento efficace contro il trattamento del dolore vulvare. Se avete difficoltà a raggiungere l’orgasmo o avete uno scarso desiderio sessuale, un utilizzo costante nel tempo di un vibratore può migliorare il rapporto con la nostra femminilità, riduce lo stress e ci farà sentire più a nostro agio con il nostro corpo e sarà più facile raggiungere l'orgasmo. Sempre secondo questo studio, su 3000 soggetti (uomini e donne) più del 90% condivide giudizi positivi sull'utilizzo di vibratori, il 70% degli uomini affermano di non esserne intimoriti e il 45% di loro ammettono di averne fatto uso; tra l'altro le evidenze dimostrano come questa pratica contribuisca alla prevenzione del cancro alla prostata! Detto questo non sentitevi in obbligo ad utilizzare un vibratore, se la situazione vi crea solo disagio soprassedete, ma ricordate che la masturbazione è una pratica comune in tantissime culture in tutto il mondo e non avete nulla di cui vergognarvi, e se poi ne possiamo trarre benefici fisici e mentali...perchè no?

Come scegliere un vibratore?

Vibratori Classici, Musicali, Rabbit, Wireless, Clitoridei o Mini Vibratori... la scelta è molto ampia e spesso non si sa quale sia il vibratore ideale per noi. Spesso la scelta risulta molto difficile specialmente per quelle di noi che sono alle prese con la scelta del loro primo vibratore. Il nostro catalogo propone numerosi modelli, giusto per darvi un'idea :), che differiscono per lunghezza e diametro, alcuni possono sembrare troppo piccoli, altri decisamente grandi, alcuni hanno fino ad otto modalità di vibrazione! Tuttavia è bene ricordare che c'è un vibratore per ogni esigenza ed ogni età. Per prima cosa il nostro consiglio è l'acquisto di un vibratore in silicone, è il materiale più igienico di tutti, oltre che ipoallergenico e delicato. La velocità di vibrazione è direttamente proporzionale all'età; meglio se impermeabile (quale momento intimo migliore se non sotto la doccia o durante un bel bagno rilassante?) e ricaricabile. Se siete insicure potete provare a cominciare a sperimentare con un Dildo e poi passare al livello successivo acquistando un vibratore. Se poi siete preoccupate che qualcuno possa trovare un vibratore in casa vostra ci sono i vibratori a forma di rossetto Lelo, piccoli e indiscreti, ma efficaci! Potete andare per gradi o avventuravi subito in terreni insidiosi: la scelta è personale, pensate a ciò che vi eccita di più! 

Come è nato il vibratore?

Molti di voi avranno visto il film del 2011 diretto da Tanya Wexler "Hysteria". Questa pellicola tratta di come nel 1880 il Dott. Joseph Mortimer Granville perfeziona l'invenzione del vibratore elettrico e poi a batteria, tuttavia l'invenzione del primo oggetto per la stimolazione sessuale femminile è stato attribuito ad un inventore francese che nel 1734 cercava una soluzione per curare l'isteria, allora ritenuta una malattia dell'utero. Oggi sappiamo che questa malattia non esiste tuttavia è accertato che un sano autoerotismo possa influenzare diversi aspetti della sfera fisica (e psicologica) femminile. Tra gli anni '20 e gli anni '30 i vibratori hanno assunto una connotazione negativa per via del loro intenso utilizzo nell'industria pornografica, ma sono tornati alla ribalta negli anni '60 come emblema dell'emancipazione sessuale femminile. Attualmente risulta essere il Sex Toy più venduto in Italia e nel mondo.